ARPA Marche: concorso per Ingegneri – scadenza 24 Luglio 2017

ARPA Marche: concorso per Ingegneri – scadenza 24 Luglio 2017

L’ARPAM ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di due collaboratori tecnici professionali – ingegneri per l’ambiente ed il territorio – Cat. D.

Si precisa che un posto è riservato prioritariamente ai volontari delle FF.AA.

La data di scadenza del bando è fissata al 24 Luglio 2017.

REQUISITI

Possono partecipare al bando Arpa Marche i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea o altre categorie previste dal bando;
– idoneità fisica all’impiego;
– godimento dei diritti civili e politici. Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti dall’impiego, dichiarati decaduti, dispensati o licenziati disciplinarmente da una pubblica amministrazione:
– condanne penali: salvo i casi, stabiliti dalla legge, per alcune tipologie di reati che escludono l’ammissibilità all’impiego, l’Agenzia si riserva di valutare, a proprio insindacabile giudizio, l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano riportato condanna penale irrevocabile alla luce del titolo del reato, dell’attualità, o meno, del comportamento negativo in relazione alle mansioni della posizione di lavoro messa a selezione;
– conoscenza di almeno una lingua straniera, almeno a livello iniziale, a scelta del candidato tra: inglese e francese;
– conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
– è necessario avere raggiunto la maggiore età e non avere raggiunto il limite massimo per il collocamento a riposo d’ufficio;
– abilitazione all’ esercizio della professione.

Inoltre, è necessario il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
– Diploma di laurea in Ingegneria per l’ambiente e il territorio di cui all’ordinamento previgente al D.M. 509/99;
– Laurea Specialistica o Laurea Magistrale in una delle seguenti classi determinate rispettivamente ai sensi del D.M. 509/99 e del D.M. 270/04 ed equiparate al suddetto titolo di studio in base al D.M. 09.07.2009 (G.U. n.233 del 07/10/2009): classe 38/S – Ingegneria per l’ambiente e il territorio; classe LM-35 ingegneria per l’ambiente e il territorio;
– Laurea Triennale (L) in una delle seguenti classi determinate ai sensi del DM 509/909 o del D.M. 270/2004: classe 8 -Laurea in ingegneria civile e ambientale, riclassificata L-7 ingegneria civile ambientale.

SELEZIONE

Qualora pervengano oltre centocinquanta domande, l’ARPAM può subordinare l’ammissione alle prove concorsuali, al superamento di una preselezione che tende ad accertare l’attitudine a svolgere le mansioni del profilo a concorso.

Le procedure selettive si espleteranno attraverso il superamento di tre prove d’esame – scritta, pratica e orale – che verteranno sui seguenti argomenti:

Advertisements
  • tecnologie impiantistiche, con particolare riguardo ai sistemi di abbattimento delle emissioni gassose ed agli impianti di trattamento dei rifiuti;
  • la V.I.A. e le autorizzazioni ambientali quali procedure per il rispetto degli ecosistemi e la salvaguardia ambientale;
  • modellistica ambientale con particolare riferimento agli inventari emissivi e a quanto necessario per integrare valutazioni di qualità dell’aria, anche a scopi di V.I.A. e di V.A.S.;
  • energia e inquinamento ambientale, con particolare riferimento a recupero termico da rifiuti;
  • sistemi di gestione ambientale;
  • rete di monitoraggio della qualità dell’aria: pianificazione delle attività di monitoraggio e controllo;
  • problematiche ambientali relative all’amianto;
  • normativa comunitaria, statale e della Regione Marche in campo ambientale, con particolare riferimento al D.Lgs. 152/2006 e alle norme riguardanti gli argomenti elencati;
  • conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua straniera, almeno a livello iniziale.

DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso per ingegneri Arpa Marche, redatta secondo il modello in allegato al bando, deve essere inoltrata al Direttore Generale dell’ARPAM – Sede Centrale – Via Ruggeri, 5 – 60131 – Ancona, entro il 24 Luglio 2017, secondo una delle seguenti modalità:
– via mail da casella personale di posta elettronica certificata all’indirizzo PEC: arpam@emarche.it;
– a mezzo posta raccomandata con avviso di ricevimento;
– direttamente a mano all’Ufficio Protocollo dalle 9:00 alle 12:00 dal lunedì al venerdì.

Alla domanda di partecipazione sarà necessario allegare la seguente documentazione:
– documentazione relativa al possesso di titoli (di carriera, di studio, ecc.) che si ritiene opportuno far valere ai fini della valutazione di merito e della formazione della graduatoria;
– curriculum formativo e professionale;
– elenco in carta semplice dei documenti e dei titoli presentati;
– copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità;
– ricevuta del versamento di € 10,00, a titolo di contributo di partecipazione al concorso.

Ogni altro dettaglio è specificato nel bando.

 

ARPA MARCHE

L’ARPAM è l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente delle Marche che opera per la promozione dello sviluppo sostenibile e per tutelare e migliorare la qualità degli ecosistemi naturali e antropizzati.

BANDO

Tutti gli interessati al concorso ARPA Marche per Ingegneri sono invitati a leggere con attenzione il BANDO  pubblicato per estratto sulla GU n.47 del 23-06-2017.

Tutte le informazioni sul diario delle prove e sulle graduatorie sono rese pubbliche nella sezione ‘Amministrazione Trasparente / Concorsi e Avvisi pubblici’ del sito web di ARPA Marche www.arpa.marche.it.

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.