Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati alla “Promozione delle Pari Opportunità nel campo dell’Impresa privata, dell’arte, della cultura e dello sport a favore delle persone con disabilità. Anno 2017” scadenza 14 Luglio 2017

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati alla “Promozione delle Pari Opportunità nel campo dell’Impresa privata, dell’arte, della cultura e dello sport a favore delle persone con disabilità. Anno 2017” scadenza 14 Luglio 2017

Obiettivo del presente Avviso è la promozione ed il sostegno di interventi finalizzati alla affermazione delle pari opportunità per le persone con disabilità nel campo dell’impresa, dell’arte, della cultura e dello sport attraverso le seguenti linee di azione:
Linea 1 – Interventi finalizzati alla affermazione delle pari opportunità per le persone con disabilità nel lavoro e nell’impresa, prioritariamente a carattere sociale, e/o start up innovative (a titolo esemplificativo e non esaustivo: nelle imprese anche no profit, nelle cooperative sociali, nelle università, nelle scuole e nelle istituzioni di promozione della cultura);
Linea 2 – Interventi finalizzati alla affermazione delle pari opportunità per le persone con disabilità nel campo dell’arte e della cultura (a titolo esemplificativo e non esaustivo: nelle discipline musicali, della danza, della letteratura, della cultura, del teatro, del cinema, della pittura, della scultura);
Linea 3 – Interventi finalizzati alla affermazione delle pari opportunità per le persone con disabilità nel campo dello sport (a titolo esemplificativo e non esaustivo: nelle discipline di cura e sviluppo delle risorse psico – fisiche, nelle discipline agonistiche a squadra o individuali).
 
Sono ammessi al bando i seguenti soggetti:
1) le organizzazioni di volontariato (di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266);
2) le cooperative sociali (di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381);
3) gli enti di promozione sociale (di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 383);
4) gli enti ecclesiastici;
5) le Fondazioni, gli enti morali e le associazioni culturali la cui ordinaria attività e le cui finalità istituzionali non siano incompatibili con le finalità del presente bando;
6) Università, enti di ricerca, scuole;
7) imprese nel settore dei servizi sociali, assistenziali e/o sanitari;
8) operatori economici di altri settori.
 
Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.