Bando Invitalia 2016: finanziamenti a tasso zero per donne e giovani -Open day: dalle ore 12 del 13 gennaio 2016

Bando Invitalia 2016: finanziamenti a tasso zero per donne e giovani -Open day: dalle ore 12 del 13 gennaio 2016

Aperto il bando ‘Nuove imprese a tasso zero’ 2016 di Invitalia, per la concessione di incentivi per donne e giovani a sostegno dell’avvio di nuove attività imprenditoriali.

Previsti contributi economici per sostenere fino al 75% delle spese totali per l’avvio di micro e piccole imprese. Ecco cosa sapere.

INVITALIA FINANZIAMENTI A TASSO ZERO PER NUOVE IMPRESE

Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, ha aperto, in qualità di soggetto attuatore, le candidature per l’accesso alle agevolazioni per l’imprenditorialità femminile e giovanile. In particolare, il bando Invitalia prevede l’erogazione di finanziamenti a tasso zero per donne e giovani che vogliono avviare una micro o piccola impresa.

 Lo stanziamento iniziale previsto per l’erogazione dei benefici è di ben 50 milioni di Euro, che saranno utilizzati per finanziare progetti imprenditoriali con spese fino a 1,5 milioni di Euro, nei settori industria, artigianato, agricoltura, servizi, commercio e turismo. I finanziamenti Invitalia saranno concessi nei limiti del regolamento de minimis, senza interessi, per un periodo massimo di 8 anni.

REQUISITI

Possono richiedere i finanziamenti per l’imprenditoria Invitalia le imprese composte prevalentemente da giovani, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, o da donne, maggiorenni, senza limiti di età. Le attività imprenditoriali devono essere costituite in forma societaria da non più di 12 mesi. Possono partecipare al bando anche le persone fisiche, purchè costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione a finanziamento.

SETTORI AMMISSIBILI

Le agevolazioni per nuove imprese a tasso zero possono essere concesse a micro e piccole imprese attive nei seguenti settori:
– produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli;
– fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
– commercio di beni e servizi;
– turismo;
– filiera turistico culturale (attività per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, e per il miglioramento dei servizi di ricettività e accoglienza);
– innovazione sociale (produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali o soddisfano nuovi bisogni sociali).

ITER DI VALUTAZIONE

Le istanze per richiedere le agevolazioni saranno esaminate in base all’ordine cronologico di presentazione. Dopo la verifica formale, è prevista una valutazione di merito, comprendente anche un colloquio con gli esperti di Invitalia. L’esito dell’iter valutativo sarà comunicato, entro 60 giorni dalla data di presentazione o completamento della domanda, salvo eccezioni, tramite PEC.

La valutazione di merito sarà basata sui seguenti criteri:
– adeguatezza e coerenza delle competenze dei soci con le attività e i ruoli previsti dal piano d’impresa;
– capacità dell’iniziativa imprenditoriale di presidiare gli aspetti del processo tecnico produttivo e organizzativo;
– proposta di soluzioni innovative dal punto di vista organizzativo, produttivo o commerciale;
– potenzialità del mercato di riferimento, vantaggio competitivo dell’iniziativa e relative strategie di marketing;
– sostenibilità economica e finanziaria.

COME PARTECIPARE

Le domande di partecipazione, corredate della documentazione richiesta, possono essere presentate attraverso l’apposita procedura online, disponibile sul sito www.invitalia.it, previa registrazione. Per registrarsi occorre possedere una firma digitale e un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente la SCHEDA (Pdf 7,32Mb) relativa al bando Invitalia 2016 per finanziamenti a nuove imprese giovanili e femminili, e a visitare questa pagina, dalla quale è possibile scaricare tutta la documentazione completa e la modulistica, e accedere alla sezione dedicata alle FAQ (domande frequenti).

TESTO della Circolare MISE 9 ottobre 2015 e successive modificazioni, contenente tutti i dettagli relativi all’iniziativa e alle modalità di invio delle domande.

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.