Nuovo Bando POR FESR Marche FESR 2014-2020 Sostegno allo start up, sviluppo e continuità di impresa nelle aree di crisi ex A. Merloni e Provincia PU – domande dal 14 Luglio 2016

Nuovo Bando POR FESR Marche FESR 2014-2020 Sostegno allo start up, sviluppo e continuità di impresa nelle aree di crisi ex A. Merloni e Provincia PU – domande dal 14 Luglio 2016

La Regione Marche con decreto n 59/ACF del 31/05/2016 ha approvato il bando di accesso per la concessione di contributi in conto capitale, sotto forma di contributo a fondo perduto, alle micro, piccole e medie imprese per le seguenti 5 tipologie di progetto:

1 PROGETTI START UP

destinati ad imprese non costituite da più di 3 anni. Tra le spese ammissibili: software, attività di marketing e consulenza, immobili, macchinari. Contributo del 40% sull’investimento minimo di € 75.000;

2 PROGETTI SVILUPPO PRODUTTIVO

Creazione/ampliamento di un’attività produttiva, diversificazione produzione mediante prodotti aggiuntivi, acquisizione di stabilimenti in chiusura. Contributo del 8-20% sull’investimento minimo di € 150.000+50% sulle spese di consulenza;

3 PROGETTI RILOCALIZZAZIONE TOTALE O PARZIALE DELLA PRODUZIONE MADE IN ITALY

destinati a imprese di settore MODA, ARREDAMENTO, AUTOMAZIONE MECCANICA, AGROALIMENTARE. Gli investimenti sono volti a incoraggiare la rilocalizzazione della produzione in Italia capaci di generare nuova occupazione. Contributo del 8-20% sull’investimento minimo di € 150.000+50% sulle spese di consulenza;

4 PROGETTI DI INNOVAZIONE DELL’ORGANIZZAZIONE

(Ammissibili solo se rientranti all’interno di un progetto di cui al punto 2) in merito all’acquisto di attrezzature di nuova fabbricazione, all’acquisizione di brevetti, costo del personale ( ricercatori, tecnico e altro personale ausiliario). Contributo 50%

5 PROGETTI DI TRASFERIMENTO DI IMPRESA

destinati a imprese che trasferiscono la proprietà aziendale verso eredi o successori, acquirenti interni o management. L’imprenditore che cede la titolarità deve aver compiuto 60 anni di età. Contributo del 25-50% per un investimento minimo di € 100.000.

Ciascun progetto deve essere corredato da un programma occupazionale finalizzato al mantenimento e/o incremento dei dipendenti (a tempo indeterminato e pieno). La durata massima dei progetti è di 24 mesi.

Le domande possono essere presentate dal 14 luglio 2016 e vengono valutate e finanziate sulla base dell’ordine cronologico di arrivo.

La realizzazione dei progetti sopra indicati sono finalizzati allo start up, allo sviluppo e alla continuità di impresa nelle aree di crisi produttiva e occupazionale della Regione Marche, in attuazione dell’azione 7.1, OS 7, Asse 3 del POR MARCHE FESR 2014/2020. Sono ammessi ai benefici del bando gli investimenti localizzati nei Comuni delle aree di crisi dell’Accordo di Programma Merloni e della Provincia di Pesaro Urbino.

Ai sensi della DGR n 484 del 23/5/2016 le risorse per il finanziamento dei progetti localizzati nelle aree di crisi dell’Accordo di Programma Merloni e della Provincia di Pesaro e Urbino ammontano complessivamente ad € 11.142.857,14 da utilizzare secondo il cronoprogramma indicato sul sopra citato decreto .

Obiettivi e finalità

L’obiettivo dell’intervento , in attuazione dell’Asse Prioritario 3 “Promuovere la Competitività delle piccole e medie imprese” del POR MARCHE FESR 2014/2020 , è quello di contribuire allo sviluppo occupazionale e produttivo nelle aree territoriali della Regione colpite dalla crisi diffusa delle attività produttive, attraverso un progetto complessivo di rilancio di queste zone, capace di coniugare nelle realtà aziendali di nuova costituzione o già esistenti la promozione degli investimenti con la realizzazione di un  programma occupazionale e con iniziative di qualificazione del capitale umano, nonchè con percorsi integrati di supporto alla creazione e al trasferimento di impresa.

 

BANDO

 

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.