CAMMINI E PERCORSI – Primo bando di concessione/locazione in uso gratuito – scadenza 11 Dicembre 2017 ore 12:00

CAMMINI E PERCORSI – Primo bando di concessione/locazione in uso gratuito – scadenza 11 Dicembre 2017 ore 12:00

È stato pubblicato dall’Agenzia del Demanio il primo Bando ‘Cammini e Percorsi’ per l’assegnazione di 43 immobili situati lungo i cammini e i percorsi ciclopedonali e storico-religiosi italiani.

VAI AL BANDO

L’obiettivo è quello di promuovere il turismo lento attraverso il recupero di immobili pubblici da trasformare in contenitori di attività e servizi per i viaggiatori. 
 

Il primo Bando ‘Cammini e Percorsi’

Il bando è rivolto ad imprese, cooperative e associazioni composte in prevalenza da under 40 che potranno ottenere gli immobili in concessione gratuita per 9 anni. È la prima volta che l’Agenzia utilizza lo strumento della concessione gratuita per sostenere l’imprenditoria giovanile e il terzo settore allo scopo di incentivare iniziative a carattere innovativo, sociale, culturale, creativo e sportivo.

Da oggi e fino al prossimo 11 dicembre, sul sito dell’Agenzia del Demanio è possibile scaricare il bando unico nazionale, la “Guida al bando” e tutta la documentazione (schede di approfondimentoportafoglio immobiliare) riguardante i 30 immobili (FOTO) di proprietà dello Stato in gara:

Casa Cantoniera a Irsina (MT)
Appartamento a Barile (PZ)
Ex Ufficio Agenzia delle Entrate a Mileto (VV)
Ex Padiglione Imposte Dirette A Mileto (VV)
Convento San Marco a Sant’Angelo dei Lombardi (AV)
Ufficio Postale a Caserta
Torre Angellara a Salerno
Casa del Fascio a Ro Ferrarese (FE)
Torre della Bastiglia a Serramazzoni (MO)
Casa di Guardia a Campegine (RE)
Rustico Casa Cantoniera a Località Borgo Grappa, Latina
Villetta a schiera a Lardirago (PV)
Cinque fabbricati residenziali a Potenza Picena (MC),
Appartamento a Campomarino (CB)
Edificio in corso di costruzione Sepino (CB)
Fabbricato residenziale Palazzolo Vercellese (VC)
Casa del Fascio a Vinzaglio (NO)
Casello Ferroviario a Altamura (BA)
Casello Ferroviario Grumo Appula (BA)
Casello Ferroviario a Toritto (BA)
Postazione Antiaerea a Alghero (SS)
Casello Ferroviario Ponte Patti a Calatafimi Segesta (TP)
Stazione di Vedetta Capo Feto Mazara del Vallo (TP)
Torre S. Francesco C.da Marausa, Trapani
Abitazione Canale Lusenzo – via Foxia Chioggia (VE)
Abitazione Canale Lusenzo – via San Felice Chioggia (VE)
 
Contestualmente, e nei prossimi giorni, anche gli altri enti locali coinvolti pubblicheranno sui rispettivi siti istituzionali i bandi dei 13 beni di loro proprietà inseriti nell’iniziativa:

Casa Cantoniera a Alfedena e Casa Cantoniera Vascapenta a L’Aquila – Provincia dell’Aquila (AQ)
Casello Ferroviario Venusio e Fabbricato a Matera – Comune di Matera (MT) – BANDO PUBBLICATO
Palazzo Saraceno e Torre Angioina ad Atella – Comune di Atella (PZ) – BANDO PUBBLICATO
Macello a Vignola – Comune di Vignola (MO)
Colonia Elioterapica a Verolengo – Comune di Verolengo (TO)
Locale a Corato – Comune di Corato (BA)
Casina Ruta e fabbricato urbano a Ruvo Di Puglia – Comune di Ruvo di Puglia (BA)
Edificio residenziale Roncafort ed edificio residenziale Meano a Trento – Comune di Trento (TN)

Per partecipare alla gara è necessario presentare – entro le 12.00 dell’11 dicembre 2017– una proposta che non prevede l’offerta di un canone: la valutazione si baserà unicamente sugli elementi qualitativi del progetto presentato che dovrà essere coerente con la filosofia e le finalità dell’iniziativa. Innanzitutto l’ipotesi di recupero e riuso del bene che dovrà prevedere nuove funzioni in grado di offrire servizi al viaggiatore, oltre che tutelare il carattere storico e identitario dell’immobile e del contesto in cui è inserito. 

Come previsto dalla norma, si terrà poi conto delle potenzialità della proposta sia in termini di sviluppo turistico, e relativo beneficio economico e sociale, sia in termini di promozione dello slow travel. Infine, tra i fattori che incideranno sul punteggio della proposta anche la sostenibilità ambientale e le specifiche azioni previste per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente, come ad esempio l’uso di materiali bio-eco compatibili e di tecniche e dispostivi bioclimatici; e l’efficienza energetica quindi le azioni volte alla riduzione dei consumi e all’implementazione di fonti rinnovabili.
 

La consultazione pubblica

Prima della pubblicazione del Bando, si è svolta una consultazione pubblica sul progetto, che ha raccolto quasi 25.000 contributi, il 78% compilati da under 40, 6mila provenienti dall’estero. Le idee e gli spunti arrivati sono stati utilizzati per completare il quadro di riferimento del progetto in vista del bando.  
 

In autunno il secondo Bando ‘Cammini e Percorsi’

In autunno sarà pubblicato il secondo bando, dedicato agli immobili di maggior pregio, che assegnerà i restanti beni ad operatori, senza limiti di età, che possano sviluppare un progetto turistico dall’elevato potenziale per i territori, in una logica di partenariato pubblico-privato, a beneficio di tutta la collettività.

Il bando riguarderà i beni che richiedono investimenti consistenti, da affidare in concessione di valorizzazione fino a 50 anni con un canone di affitto e un progetto sostenibile che ne preveda il recupero e il riuso.

 

Il progetto ‘Valore Paese – Cammini e Percorsi’

Gli immobili coinvolti nel progetto (masserie, castelli, monasteri, cascine, mulini, stazioni, ecc.) si trovano lungo 7 Tracciati e altri itinerari locali: la Via Appia (9 immobili), la Via Francigena (18 immobili), il Cammino di Francesco (3 immobili) e il Cammino di San Benedetto (1 immobile), lungo la Ciclovia VEnTO (15 immobili), la Ciclopista del SOLE (32 immobili) la ciclovia Acqua dell’Acquedotto Pugliese (11 immobili), e lungo altri itinerari riconosciuti a livello locale (14 immobili).
 
L’obiettivo è quello di trasformare i 103 immobili in ostelli, piccoli hotel, punti di ristoro, ciclofficine per i pellegrini, i turisti, i camminatori e i ciclisti che ogni anno percorrono questi tracciati, sostenendo lo sviluppo del turismo lento e il riuso degli immobili come contenitori di servizi e di esperienze autentiche, fortemente radicate sul territorio.
 
Il progetto ‘Valore Paese – Cammini e Percorsi’ , fa parte del Piano Strategico del Turismo 2017-2022 e del Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche ed è finalizzato alla salvaguardia e al riuso del patrimonio tipico della tradizione locale (masserie, rifugi, piccole stazioni, case cantoniere, caselli idraulici) e del patrimonio culturale di pregio (monasteri, castelli, ville).

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.