CARLONI : “LA PREFERENZA DI GENERE E’ IL CAVALLO DI TROIA”

INTERVENTO IN CONSIGLIO REGIONALE DI MIRCO CARLONI.

Vorrei riportare questa proposta di legge al testo originale, senza dargli un valore “metafisico”. Non siamo di fronte ad una svolta epocale, ma stiamo semplicemente allineando la normativa regionale come è nei comuni e nel Parlamento Europeo da diverso tempo. Poi se vogliamo i vedere in questo un gesto eroico, io cercherei di non enfatizzare troppo, stiamo semplicemente cercando di allineare la normativa consentendo di entrambi i generi di avere una maggiore elettività”.

Voglio far notare ai consiglieri, al pubblico e alla stampa che sulla scorta di un’evidente volontà condivisa di tutta l’assemblea legislativa e quindi con una unanimità avevamo deciso di introdurre la doppia preferenza di genere ed immediatamente dopo, qualcuno ha ben pensato di sfruttare questo clima positivo ed unanime. Non ci sono né stati gesti eroici né eroi, tutti insieme avevamo deciso con un impegno che prese per la commissione e per tutti i consiglieri il Presidente Giacinti, che il 15 ottobre avremo introdotto la doppia preferenza. Questa era l’impegno che avevamo preso con i marchigiani negli ultimi mesi”.

Oltre a questo, qualcuno ha ben pensato di sfruttare politicamente questo accordo politico che andava al di là della politica, perché è un fatto di conquista e di diritti civili civili, per introdurre all’interno altre modifiche che riguardano altri interessi, certamente che non riguardano quello di parità di genere. Intanto con questa norma statutaria andiamo a modificare lo statuto, che la legge primaria della nostra comunità, laddove vogliamo andare da aumentare i posti. Diciamolo chiaramente, si potrebbe arrivare a ben 37 consiglieri regionali e c’è una spesa prevista sottesa a questa norma di 620.000 € l’anno e questo serve soltanto per favorire gli accordi politici in vista delle prossime elezioni regionali e nulla ha a che fare con l’intento di introdurre la doppia preferenza di genere. Secondariamente, oltre a questa, è stata fatta una modifica che quello della soglia per ottenere il premio di maggioranza ed è chiaro a tutti che sfruttando il tema della doppia preferenza su cui tutti eravamo e siamo d’accordo e che voteremo tutti quanti, si è introdotto altri interventi di modifica normativa che servono solamente ad una parte politica per cercare di essere rieletta nonostante la volontà dei cittadini”.

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.