Concorso Vigili del fuoco: Bando 250 posti – scadenza 15 dicembre 2016

Concorso Vigili del fuoco: Bando 250 posti – scadenza 15 dicembre 2016

Aperto un bando per la copertura di 250 posti di lavoro nel Corpo nazionale dei Vigili del fuoco.

L’avviso pubblico prevede l’espletamento di una selezione per titoli ed esami.

Per partecipare al concorso Vigili del fuoco c’è tempo fino al 15 dicembre 2016.

 VIGILI DEL FUOCO CONCORSO 2016 / 2017

Il Ministero dell’Interno ha indetto, infatti, un concorso finalizzato al reclutamento di 250 unità di personale da inserire nel Corpo Nazionale dei VVF. Il bando Vigili del fuoco 2016 è rivolto a candidati che hanno conseguito la scuola dell’obbligo.

Un’apposita Commissione esaminatrice provvederà alla valutazione dei titoli e degli esami sostenuti dai candidati, e alla conseguente redazione di una graduatoria di merito, in base alla quale saranno dichiarati i vincitori.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso per Vigili del fuoco i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana;
– godimento dei diritti politici;
– non aver compiuto i 30 anni di età, o, per chi è iscritto da almeno un anno negli elenchi dei Volontari dei Vigili del fuoco, età inferiore ai 37 anni;
– requisiti psico fisici e attitudinali previsti dal decreto del Ministero dell’Interno 11 marzo 2008, n. 78 e successive modifiche ed integrazioni;
– titolo di studio di scuola dell’obbligo;
– qualità morali e di condotta di cui all’ articolo 26 della legge 1° febbraio 1989, n. 53 nonché all’ articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
– non essere stati espulsi dalle forze armate e dai corpi militarmente organizzati;
– assenza di condanne a pena detentiva per delitti non colposi;
– non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
– non essere stati destituiti da pubblici uffici o dispensati dall’ impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero dichiarati decaduti da un impiego statale ai sensi dell’art. 127, comma 1, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3.

RISERVA DEI POSTI

Dei 250 posti per Vigile del fuoco a concorso, una parte saranno riservati alle seguenti categorie di candidati:
– il 45% per volontari in ferma prefissata delle forze armate;
– il 25% per personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, iscritto negli appositi elenchi da almeno 3 anni e che ha effettuato almeno 120 giorni di servizio;
– il 20% per coloro che hanno svolto almeno un anno di servizio civile nelle attività istituzionali del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

I posti non coperti tra quelli riservati saranno assegnati agli altri candidati idonei, secondo la graduatoria formulata al termine del concorso.

PROVE D’ESAME

Il bando per pompieri prevede l’espletamento dei seguenti esami:
preselezione, mediante la somministrazione di quesiti a risposta multipla, che verterà sulle materie indicate nell’allegato A del bando;
prova motorio – attitudinale, anche mediante l’utilizzo di attrezzature e mezzi operativi, articolata secondo le modalità indicate nell’ allegato B del bando;
colloquio, che verterà sui seguenti argomenti:
• elementi di organizzazione e competenze del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
• discipline tecnico scientifiche applicative, correlate al titolo di studio richiesto per la partecipazione al concorso, finalizzate a verificare la conoscenza degli elementi di base relativi all’ attività del Vigile del fuoco;
• elementi di informatica di base e conoscenze di base di una lingua straniera scelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.

BANDO

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.