Contributi a fondo perduto per l’acquisto mezzi di trasporto innovativi

Contributi a fondo perduto per l’acquisto mezzi di trasporto innovativi

Mezzi di trasportoIl Ministero dei Trasorti e delle Infrastrutture eroga contributi a fondo perduto per incentivare le società di autotrasporto italiane ad investire in mezzi innovativi a basso impatto energetico e ambientale.
Beneficiari
Le agevolazioni sono dedicate alle imprese di autotrasporto di merci, in regola con i requisiti di iscrizione al Registro elettronico nazionale e all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi.I beneficiari devono essere iscritti al REN, fatti salvi i casi delle imprese che esercitano con veicoli di massa complessiva inferiori alle 1,5 tonnellate, per le quali è sufficiente la sola iscrizione presso l’Albo.
Tutte le imprese devono essere attive sul territorio italiano, comprese le aziende comunitarie con una sede secondaria in Italia.
Iniziative agevolabili
Le agevolazioni possono essere richieste per finanziare l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale che utilizzino motori tecnologicamente innovativi.
Spese ammissibili
Le spese ammissibili al bando devono essere relative a:
1- Acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico da 3,5 a 7 tonnellate a trazione alternativa a gas naturale o biometano.
2- Acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 16 tonnellate a trazione alternativa a gas naturale o biometano.

3- Acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO.
Agevolazione
Le agevolazioni, concesse sotto forma di contributo a fondo perduto, sono differenti per ogni voce di spesa sopraelencata ed ammontano a:
– Per la voce 1 il contributo è pari a 2.400,00 euro, calcolato nella misura di circa il 40% del valore del sovra-costo rispetto alla produzione di veicoli ad alimentazione diesel.
– Per la voce 2 il contributo è pari a 9.200,00 euro, calcolato nella misura di circa il 40% del valore del sovra-costo rispetto alla produzione di veicoli ad alimentazione diesel.
– Per la voce 3 il contributo è pari al 20% della spesa, fino ad un massimo di 4.500 €, elevabile fino a 6.000 € in determinate casistiche.
Scadenza 30 novembre 2014

Decreto Ministeriale

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.