Contributo a fondo perduto fino al 60% ai Consorzi del settore artigianato e del settore industriale – Scadenza 1 agosto 2014

Contributo a fondo perduto fino al 60% ai Consorzi del settore artigianato e del settore industriale – Scadenza 1 agosto 2014

CONSORZIGli interventi mirano ad agevolare l’attività dei consorzi di imprese marchigiane già costituite e a favorire la crescita dimensionale delle imprese. A tal fine, sono previsti contributi per spese di investimento in beni materiali e immateriali necessari alla realizzazione di programmi di attività consortile, anche mediante contributi volti a sostenere i processi di fusione tra le PMI, nonché reti di imprese ed altre forme associative.

Beneficiari
Comma 3° lett. a)Industriali – sono ammessi al contributo i consorzi e le società consortili costituiti, anche in forma cooperativa, tra PMI indutriali, con l’eventuale partecipazione di PMI commerciali e di servizi, nonché le associazioni temporanee di imprese e/o le associazioni costituite ai sensi dell’art.2549 e seguenti del codice civile.
Comma 3° lett. b)Artigiani – sono ammessi al contributo i consorzi di imprese artigiane di beni e servizi e le società consortili anche in forma cooperativa, eventualmente costituiti nel rispetto della percentuale prevista dal 3° comma dell’art.6 della legge 443/85, nonché le associazioni temporanee di imprese e/o le associazioni costituite ai sensi dell’art.2549 e seguenti del codice civile purchè nel rispetto di cui all’art.6 della legge sopracitata.

Spese ammissibili
• viaggi e missioni; • partecipazioni a fiere; • indagini di mercato; • pubblicità e pubbliche relazioni; • traduzioni e interpretariato; • ogni altra, eventuale spesa per la promozione legata alla realizzazione del progetto, fatta eccezione pre le spese di rappresentanza; • spese per il personale nella misura massima del 20% della spesa complessiva ammessa al finanziamento, al netto delle spese del personale.

Entità del contributo
Per entrambe le tipologie di intervento l’entità del contributo è pari al 50% della spesa ritenuta ammissibile sino ad un massimo di euro 60.000,00.

Scadenza 1 agosto 2014

Clicca qui per tutte le informazioni

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.