CSM: concorso 16 Funzionari amministrativi – scadenza 7 Giugno 2018

CSM: concorso 16 Funzionari amministrativi – scadenza 7 Giugno 2018

Il CSM – Consiglio Superiore della Magistratura ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione di 16 unità da impiegare come Funzionari Amministrativi con profilo giuridico.

I vincitori saranno assunti a tempo indeterminato dopo aver superato il periodo di prova di 4 mesi.

Il bando di concorso scade in data 7 giugno 2018.

CONCORSO PER FUNZIONARI AMMINISTRATIVI CSM

Il Consiglio Superiore della Magistratura ha pubblicato un bando di concorso per la selezione di 16 risorse da assumere nel ruolo professionale di Funzionario Amministrativo, con profilo giuridico.

I candidati vincitori risulteranno in servizio di ruolo effettivo una volta superato il periodo di prova di 4 mesi. L’assunzione si intende in Area III, livello 1, nel ruolo organico del CSM.

È opportuno specificare che, dei 16 posti messi a concorso, 6 posti sono riservati al personale attualmente in ruolo con qualifica di assistente nell’area II o in posizione di servizio temporaneo presso il Consiglio Superiore della Magistratura.

REQUISITI

I candidati al concorso di funzionario amministrativo dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti generici:
– cittadinanza italiana o cittadinanza appartenente ad un Paese dell’Unione Europea;
– avere le qualità morali e di condotta richieste per la partecipazione ai concorsi della magistratura ordinaria;
– godimento dei diritti politici;
– idoneità fisica all’impiego;
– buona conoscenza della lingua inglese o francese. Per gli appartenenti a Paesi europei o per i cittadini italiani non appartenenti alla Repubblica italiana, è necessaria la conoscenza approfondita della lingua italiana;
– potenziale permanenza in servizio per almeno 8 anni alla luce della normativa in vigore al momento della pubblicazione del bando;
– non essere in stato di quiescenza;
– garantire una permanenza in servizio di almeno 8 anni;
– non essere stati destituiti, licenziati o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, né decaduti o licenziati senza preavviso per aver conseguito l’impiego mediante produzione di documenti falsi;
– altri requisiti richiesti dalle leggi vigenti.

Inoltre, ai partecipanti al concorso si richiede uno dei seguenti requisiti specifici o titoli di servizio:
– essere dipendenti di ruolo con qualifica ascrivibile alla ex carriera direttiva o qualifiche equiparate per l’accesso alle quali è previsto il possesso del diploma di laurea specialistica in GiurisprudenzaScienze politiche o Economia e commercio, presso Amministrazioni centrali dello Stato, Organi di rilievo costituzionale o in Autorità amministrative indipendenti, con anzianità nella qualifica e nel ruolo di almeno un anno continuativo alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda;
– fare parte del personale di ruolo in servizio presso il CSM con la qualifica di Assistente nell’area II, o aver fatto parte del personale in posizione di servizio temporaneo con funzione assimilabile a quella di assistente, in possesso degli stessi titoli di studio e che abbia maturato un’esperienza lavorativa presso il CSM di almeno un anno negli ultimi quattro.

Per ulteriori dettagli sui requisiti si rimanda alla lettura del bando disponibile a fine articolo.

SELEZIONE

I candidati al concorso per amministrativi affronteranno le seguenti prove d’esame:

  • Prova scritta: accertamento della preparazione culturale e professionale e dell’attitudine alla corretta soluzione di questioni attinenti a materie ed attività istituzionali del CSM. La prova verterà le seguenti materie:
    – Diritto costituzionale;
    – Diritto amministrativo;
    – Ordinamento giudiziario;
    – Gestione delle risorse umane;
    – Elementi di diritto dell’Unione Europea e di diritto civile.
  • Prova orale: colloquio sulle materie della prova scritta e discussione sulle esperienze di studio e professionali. Sarà inoltre accertata la buona conoscenza di una delle lingue indicate nella domanda di partecipazione.

Il concorso, oltre alle prove d’esame, terrà conto anche del possesso dei titoli da parte dei concorrenti. La valutazione dei titoli avverrà dopo la prova scritta, secondo le modalità spiegate sul bando.

CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA

Il Consiglio Superiore della Magistratura è un organo della magistratura italiana ordinaria di livello autonomo, istituito per la prima volta nel 1907 dal Ministero della giustizia. Il CSM ha il compito di garantire l’autonomia e l’indipendenza della magistratura dagli altri poteri dello Stato, sulla base del principio di separazione dei poteri della Costituzione della Repubblica italiana. Il Consiglio assume funzioni in materia di stato giuridico dei magistrati ed è composto da 27 membri con a capo il presidente della Repubblica.

DOMANDA

Per partecipare al concorso per funzionari amministrativi con profilo giuridico, i candidati devono presentare la domanda di partecipazione, registrandosi nella apposita pagina, entro il 7 giugno 2018.

È necessario che, al momento della registrazione, il candidato possieda un indirizzo di posta elettronica certificata personale.

La domanda di partecipazione deve essere salvata, stampata, firmata in calce e scansionata in formato PDF, per poi essere indirizzata, unitamente ai titoli valutabili, all’indirizzo: Consiglio Superiore della Magistratura – Piazza dell’Indipendenza n.6 – 00185 Roma o inviata tramite l’indirizzo PEC: affgen.csm@giustiziacert.it.

Ogni altro dettaglio in merito alla procedura di registrazione e di compilazione della domanda di ammissione è indicata sul bando o nell’apposito modulo, disponibile nella pagina sopra indicata.

BANDO

I candidati al concorso del CSM sono invitati a leggere con attenzione il relativo BANDO i selezione, pubblicato sulla GU IV Serie Speciale n.36 del 08-05-2018.

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.