Guardia di Finanza: concorso 2017 per 461 Allievi Marescialli – scadenza 18 Aprile 2017

Guardia di Finanza: concorso 2017 per 461 Allievi Marescialli – scadenza 18 Aprile 2017

Aperto un nuovo concorso della Guardia di Finanza per l‘ammissione all’89° corso presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti.

A bando 461 posti per Allievi Marescialli GDF, per partecipare alla selezione c’è tempo fino al 18 aprile 2017.

GUARDIA DI FINANZA CONCORSO PER ALLIEVI MARESCIALLI

Il Comando Generale della Guardia di Finanza ha bandito il concorso 2017 per Allievi Marescialli, finalizzato all’inserimento di 461 giovani all’89° corso presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della GDF. Il bando per Allievi Marescialli GDF prevede una selezione per titoli ed esami, che comprende una l’espletamento di varie prove, scritte ed orali, e accertamenti psico fisici ed attitudinali.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso Guardia di Finanza le seguenti categorie di candidati, in possesso dei relativi requisiti:

a. appartenenti al ruolo sovrintendenti, appuntati e finanzieri, allievi finanzieri e ufficiali di complemento del Corpo della Guardia di Finanza che:
– non hanno superato il 35° anno di età;
– possiedono un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi di laurea previsti dalle Università statali o legalmente riconosciute, o che siano in procinto di conseguirlo entro l’anno scolastico 2016 / 2017;
– non hanno demeritato durante il servizio prestato;
– nell’ultimo biennio non sono stati giudicati inidonei all’avanzamento di grado;
– non sono stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli o da corsi equipollenti della Guardia di Finanza;

 b. cittadini italiani, anche se già alle armi, che:
– hanno un’età compresa tra i 18 e i 26 anni;
– godono dei diritti civili e politici;
– non sono stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
– non sono stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza, salvo avvenuta rinuncia a tale status;
– non sono imputati o condannati per delitti non colposi, né sottoposti a misura di prevenzione;
– non si trovano in situazioni incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di ispettore della GDF;
– possiedono le qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria;
– non sono già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli o da corsi equipollenti della Guardia di Finanza;
– possiedono un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consente l’iscrizione ai corsi di laurea previsti dalle Università statali o legalmente riconosciute, o stanno per conseguirlo entro l’anno scolastico 2016 / 2017.

POSTI A CONCORSO

Il bando Guardia di Finanza relativo al concorso 2017 per Allievi Marescialli prevede la copertura di 461 posti presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti GDF, così distribuiti:
– n. 415 posti per Allievi Marescialli del contingente ordinario;
– n. 46 posti per Allievi Marescialli del contingente di mare, di cui:
a. n. 31 per la specializzazione “nocchiere abilitato al comando”;
b. n. 15 per la specializzazione “tecnico di macchine”.

PROVE D’ESAME

Le procedure concorsuali prevedono le seguenti prove e verifiche:
– prova preliminare, tramite la somministrazione di questionari a risposta multipla;
– prova scritta di composizione italiana;
– accertamento dell’idoneità attitudinale;
– accertamento dell’idoneità psico fisica;
– prova orale di cultura generale;
– esame facoltativo in una o più lingue estere, consistente in una prova scritta ed una prova orale per ciascuna lingua prescelta;
– prova facoltativa di informatica.

DOMANDA

Le domande di partecipazione devono essere presentate attraverso l’apposita procedura online entro trenta giorni decorrenti dalla data di pubblicazione dello stesso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.21 del 17-3-2017, ovvero entro il 18 aprile 2017.

Dopo essersi registrati al portale ‘Concorsi Online’, i candidati potranno scegliere di presentare la domanda di ammissione al bando secondo una delle seguenti modalità:

a. mediante SPID: conservare il “numero di protocollazione” e l’ulteriore “codice alfanumerico” generato automaticamente dal sistema e riportato in corrispondenza dello spazio riservato alla firma della domanda di partecipazione così accettata e fornirli, quando richiesto, in sede di prima prova concorsuale;
b. via PEC: per essere ammessi al concorso non è sufficiente compilare la domanda sul portale “Concorsi On Line”, ma è necessario inviare via PEC il file PDF della domanda generato dal sistema insieme alla copia fronte/retro di un documento di riconoscimento in corso di validità. I documenti dovranno essere inviati al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: concorsoAM.istanze@pec.gdf.it

Solo in caso di avaria del sistema informatico, l’istanza, redatta in carta semplice secondo l’apposito MODELLO  e completa degli allegati richiesti dal bando, potrà essere inviata a mezzo casella PEC all’indirizzo del Centro di Reclutamento: concorsoAM.istanze@pec.gdf.it.

BANDO

questa pagina

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.