MARCOZZI, CELANI, CARLONI  : “CERISCIOLI PERDE CON I CITTADINI QUALUNQUE COSA DECIDA DOMANI IL TRIBUNALE. IN SANITA’ STA SALTANDO IL DIALOGO CON I TERRITORI, I CITTADINI E GLI OPERATORI”.

MARCOZZI, CELANI, CARLONI : “CERISCIOLI PERDE CON I CITTADINI QUALUNQUE COSA DECIDA DOMANI IL TRIBUNALE. IN SANITA’ STA SALTANDO IL DIALOGO CON I TERRITORI, I CITTADINI E GLI OPERATORI”.

Lettera aperta sulla sanità al Presidente Luca Ceriscioli dei consiglieri regionali Marcozzi (FI) , Celani (FI) , Carloni (AP).

“Caro Presidente Ceriscioli,

sulla sanità domani il tribunale si esprimerà sui ricorsi presentati da tre importanti Comuni delle Marche (Osimo, San Severino e Fabriano) per la difesa dei diritti alla salute dei propri cittadini contro le decisioni verticistiche della Giunta Regionale: qualunque cosa decideranno i giudici tu perderai comunque.

Se i giudici daranno ragione alle comunità locali, come tutti speriamo, la sconfitta sarà palese, di natura politica ma anche giuridica: significherà che la Giunta regionale vuole calpestare i diritti alla salute delle comunità locali con arroganza, cercando di superare anche le regole amministrative della correttezza formale.
Ma anche se domani la Giunta regionale vincerà giuridicamente, il Presidente e Assessore alla sanità Luca Ceriscioli perderà politicamente, perché significherà che non sarà riuscito ad condividere le proprie scelte con le comunità locali che si sono viste costrette ad arrivare ai tribunali per tutelare i propri servizi sanitari essenziali.

Se i territori sono costretti a ricorrere alle carte bollate per difendere i propri diritti, qualunque sia l’esito di tali ricorsi, ciò significa che il Presidente e l’Assessore alla salute Luca Ceriscioli non è riuscito a svolgere il proprio ruolo, disattendendo i proclami di dialogo e concertazione con le comunità locali.
Purtroppo, inoltre, il dialogo e la concertazione stanno saltando in tutti i settori della sanità: la riforma sanitaria è calata e imposta dall’alto; scioperano i sindacati ed i pensionati; i medici entrano in stato di agitazione; i sindaci si sentono abbandonati.
Cos’è un documento di critica firmato da ben 55 sindaci della provincia di Pesaro-Urbino se non un atto di sfiducia? Su temi, tra l’altro, che ancora non hanno trovato risposte. Così come non è chiaro dove Ceriscioli abbia trovato i soldi per realizzare Marche Nord e cosa ne sarà della sanità nel Piceno e nel Fermano : anche qui c’è stato solo un annuncio, non seguito da atti concreti esigibili e verificabili.

Caro Presidente e Assessore alla sanità Luca Ceriscioli, sulla sanità c’è bisogno di un progetto, di una strategia, di un dialogo reale con i territori: finora non c’è traccia di nessuno di questi elementi.”

Jessica Marcozzi     consigliere regionale Forza Italia

Piero Celani            consigliere regionale Forza Italia

Mirco Carloni         consigliere regionale Area Popolare

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.