OSCE: stage e borse di studio all’estero – Scadenza 1° maggio 2015

OSCE: stage e borse di studio all’estero – Scadenza 1° maggio 2015

borse osce-390x160L’OSCE offre borse di studio per sostenere tirocini all’estero per Laureati, presso il Segretariato Internazionale dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.
STAGE IN AUSTRIA E DANIMARCA
Durante l’anno l’OSCE offre interessanti opportunità di stage retribuiti con borse di studio per Laureati, sia di triennale che di magistrale, in Scienze Politiche, Giurisprudenza e Relazioni Internazionali, provenienti dai Paesi membri dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. Generalmente vengono selezionati 8 o 9 tirocinanti, che hanno l’opportunità di seguire un percorso di formazione e lavoro a Vienna o Copenaghen, presso le sedi del Segretariato Internazionale dell’OSCE.
I tirocini hanno una durata di 6 mesi, da svolgere durante il periodo autunnale o quello primaverile. Gli stagisti possono beneficiare dell’alloggio gratuito e di uno stipendio mensile pari a 564 Euro.
REQUISITI
Gli stage OSCE sono rivolti a candidati in possesso dei seguenti requisiti di base:
– laurea;
– età compresa tra i 21 e i 26 anni;
– solida formazione accademica;
– ottima conoscenza della lingua inglese;
– buona conoscenza dei principali strumenti informatici;
– disponibilità a lavorare per un periodo di 6 mesi.
ATTIVITA’
Le borse di studio OSCE per tirocini per Laureati sono finalizzate a sostenere economicamente la partecipazione dei giovani selezionati ai percorsi formativi on the job, che prevedono lo svolgimento di svariate mansioni, tra cui:
– attività di ricerca e assistenza a funzionari e membri del personale dell’Assemblea Parlamentare dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa;
– preparazione di rapporti informativi;
– assistenza per l’organizzazione di riunioni e incontri;
– redazione di documenti, archiviazione e lavoro d’ufficio.
CONDIZIONI DI LAVORO
Il percorso di formazione e lavoro OSCE avrà una durata di 6 mesi e avrà sede all’estero, in Austria o Danimarca. Gli stagisti riceverano un contributo economico mensile dell’importo di 564 Euro ed è previsto l’alloggio gratuitoper ciascun partecipante al programma i borse di studio.
PROGRAMMA
Le opportunità di stage OSCE sono disponibili due volte l’anno, con due distinti periodi di inizio del tirocinio e relative scadenze per l’invio delle istanze di partecipazione, come di seguito indicato:
– stage autunnali, con partenza a settembre / ottobre, candidature entro il 1° maggio;
– stage primaverili, con partenza a febbraio / marzo, candidature entro il 1° ottobre.
Pertanto il prossimo termine di scadenza utile per partecipare ai tirocini OSCE è il 1° maggio 2015.
Vi ricordiamo che l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa – OSCE è un’organizzazione internazionale, che trae origine dalla Conferenza sulla sicurezza e sulla cooperazione in Europa – CSCE, nata nel 1975, che nel 1994 è stata rinominata in seguito alla sua evoluzione. L’OSCE, che ha il proprio headquarter in Austria, a Vienna, promuove la pace, la giustizia, il dialogo politico e la cooperazione in Europa, conta 57 Stati partecipanti tra Nord America, Europa e Asia, ed impiega circa 2.690 collaboratori, prevalentemente nell’ambito delle operazioni sul campo.
COME CANDIDARSI
Gli interessati agli stage OSCE e alle borse di studio estero possono candidarsi visitando la sezione riservata ai tirocini sulla pagina dedicata alle carriere e selezioni dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Lavora con noi), compilando l’apposito MODULO (Pdf 111Kb) ed inviandolo, insieme ad una breve lettera di presentazione, un curriculum vitae, una copia del titolo di studio, due lettere di raccomandazione e una fotografia recente, entro le scadenze previste, ai seguenti recapiti:
Dana Bjerregaard
Assistant to the Secretary General
OSCE Parliamentary Assembly
Tordenskjoldsgade 1
1055 Copenhagen K, Denmark
Tel.: +45 33 37 80 40
Fax: +45 33 37 80 30
E-mail: dana@oscepa.dk

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.