Presidenza della Repubblica: concorso 2 Referendari – scadenza 23 Marzo 2017

Presidenza della Repubblica: concorso 2 Referendari – scadenza 23 Marzo 2017

Il Segretariato generale della Presidenza della Repubblica ha indetto un concorso pubblico, per esami, per la copertura di due posti di referendario in prova nel ruolo della carriera direttiva tecnico agraria.

La selezione pubblica è rivolta a candidati laureati.

La data di scadenza del bando è fissata per il 23 marzo 2017.

REQUISITI CONCORSO REFERENDARI

Possono partecipare al concorso per referendari i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana;
– età non superiore ai 40 anni compiuti, oppure ai 45 anni compiuti in caso di dipendenti di ruolo di Organi costituzionali o di Amministrazioni pubbliche;
– godimento dei diritti civili e politici;
– idoneità fisica all’impiego;
– assenza di sentenze definitive di condanna che importino l’interdizione perpetua dai pubblici uffici o l’applicazione di quanto previsto dall’articolo 32 quinquies del Codice penale;
– assenza di sentenze definitive di condanna, o di applicazione della pena su richiesta per reati diversi dai suindicati, anche se siano intervenuti la prescrizione o provvedimenti di amnistia, indulto, perdono giudiziale, riabilitazione, sospensione della pena, beneficio della non menzione, oppure di procedimenti penali pendenti;
– assenza di provvedimenti di destituzione, licenziamento o dispensa dal servizio presso Amministrazioni pubbliche per persistente insufficiente rendimento, oppure di provvedimenti di decadenza da un impiego pubblico essendo stato accertato che l’impiego medesimo era stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

Sono inoltre richiesti i seguenti requisiti specifici:
– diploma di laurea (DL) conseguito secondo il vecchio ordinamento al termine di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni ovvero “laurea specialistica” (LS) o “laurea magistrale” (LM) idonei per l’iscrizione all’Albo dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, conseguiti con una votazione non inferiore a 105/110 o equivalente;
iscrizione da almeno 5 anni all’Albo dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali;

 

SELEZIONE

Le procedure di selezione si espleteranno attraverso un’eventuale prova preselettiva ed il superamento di tre prove scritte ed in una prova orale, che verteranno sulle seguenti materie:

  • tutela e valorizzazione della biodiversità vegetale e animale, produzioni animali e vegetali, silvicoltura;
  • difesa e recupero degli ecosistemi agrari e naturali, gestione forestale di aree protette in ambiente costiero-mediterranee, diritto ambientale e legislazione delle aree protette;
  • sintesi in lingua inglese.

SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA

I referendari lavoreranno presso il Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, che è stato istituito con la legge 9 agosto 1948, n. 1077.  Ha sede presso il Quirinale. In tale struttura sono inquadrati tutti gli Uffici e i Servizi necessari per l’espletamento delle funzioni del Presidente della Repubblica e per l’amministrazione della sua dotazione. Il Segretariato generale è costituito da ventotto strutture di livello dirigenziale (di cui dieci Uffici, quindici Servizi, due Unità speciali e l’Archivio storico), alle quali vanno aggiunte la Segreteria particolare del Presidente della Repubblica, la Segreteria particolare del Segretario generale, le due strutture di supporto dei Vice Segretari generali e l’Organo centrale di sicurezza.

DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso della presidenza della Repubblica deve essere inoltrata esclusivamente per via telematica, compilando l’apposito modulo online, entro le ore 24:00 del 23 marzo 2017.

La partecipazione al concorso prevede il pagamento di una tassa per la copertura delle spese concorsuali del valore di € 10,00.

Ogni altro dettaglio è specificato nel bando di selezione al concorso.

BANDO

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.