ARPA Marche: concorso per Assistenti Tecnici – scadenza 7 luglio 2016

ARPA Marche: concorso per Assistenti Tecnici – scadenza 7 luglio 2016

CONCORSO ARPA MARCHE

L’Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione dell’Ambiente (ARPA) Marche ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per la selezione di 2 Assistenti Tecnici – Cat. C per attività di indagine analitica di laboratorio e di campionamento da assegnare al dipartimento provinciale di Fermo e di Ancona.

Le risorse saranno inserite con contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato.

 REQUISITI

Possono partecipare al concorso per assistenti tecnici i candidati in possesso dei seguenti requisiti:
diploma di Perito Tecnico Industriale con specializzazione in Chimica oppure titolo dichiarato equipollente;
– avere raggiunto la maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo per il collocamento a riposo d’ufficio;
– cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti. Tale requisito non è richiesto per i soggetti appartenenti all’Unione europea, i quali devono, comunque, possedere i requisiti previsti dall’art. 3 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 febbraio 1994, n. 174;
– idoneità fisica all’impiego;
– godimento dei diritti civili e politici. Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti dall’impiego, dichiarati decaduti, dispensati oppure licenziati disciplinarmente da una pubblica amministrazione;
– condanne penali: salvo i casi, stabiliti dalla legge, per alcune tipologie di reati che escludono l’ammissibilità all’impiego, l’Agenzia si riserva di valutare, a proprio insindacabile giudizio, l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano riportato condanna penale irrevocabile alla luce del titolo del reato, dell’attualità, o meno, del comportamento negativo in relazione alle mansioni della posizione di lavoro messa a selezione;
– conoscenza di almeno una lingua straniera, almeno a livello iniziale, a scelta del candidato tra inglese e francese;
– conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

SELEZIONE

Le procedure selettive per il bando Arpa Marche si espleteranno mediante valutazione dei titoli, una eventuale prova preselettiva, qualora il numero dei candidati al concorso fosse superiore alle 150 unità, ed il superamento di tre prove d’esame: una scritta, una pratica e una orale.

Le prove d’esame si focalizzeranno sui seguenti argomenti:
– tecniche del controllo chimico delle matrici ambientali, aria, acqua, suolo, rifiuti e alimenti vegetali e derivati riguardanti il campionamento e l’analisi strumentale;
– aspetti tecnico-organizzativi riguardanti la qualità ai fini dell’accreditamento dei laboratori di prova;
– normativa comunitaria, statale e della Regione Marche in campo ambientale, con particolare riferimento al D.Lgs. 152/2006;
– organizzazione amministrativa dello Stato e degli Enti Locali con riferimento alle competenze in materia di ambiente, sui compiti istituzionali delle ARPA;
– legge regionale n. 60 del 2.9.1997, e s.m.i, di istituzione dell’ARPAM;
– regolamento di organizzazione interna e funzionamento dell’ARPAM.

DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso, redatta secondo il modello in allegato al bando, deve essere presentata entro le ore 12:00 del 7 Luglio 2016 al Direttore Generale dell’ARPAM – Sede Centrale – Via Caduti del lavoro, 40 – 60131 – Ancona, secondo le seguenti modalità:
– a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento;
– direttamente all’Ufficio Protocollo dell’ARPAM dalle ore 9:00 alle ore 12:00 di tutti i giorni feriali, escluso il sabato;
– via mail mediante casella personale di posta elettronica certificata all’indirizzo PEC: arpam@emarche.it

Alla domanda di iscrizione al bando è necessario allegare la seguente documentazione:
– documentazione relativa al possesso di titoli (di carriera, di studio, ecc.) che si ritiene opportuno far valere ai fini della valutazione di merito e della formazione della graduatoria. Relativamente ai servizi prestati presso le aziende sanitarie o presso le aziende ospedaliere deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni in presenza delle quali il punteggio di anzianità deve essere ridotto e, in caso positivo, la misura della riduzione del punteggio;
– curriculum formativo e professionale;
– elenco in carta semplice dei documenti e dei titoli presentati;
– copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità;
– ricevuta del versamento di € 10,00, a titolo di contributo di partecipazione al concorso.

Ogni altro dettaglio sulla domanda di partecipazione al concorso è specificato nel bando di selezione.

BANDO

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.