Avviso pubblico per l’individuazione dei soggetti privati autorizzati all’attuazione dei servizi di ricollocazione nell’ambito del progetto finanziato dal fondo politiche attive del lavoro – scadenza 30 settembre 2016

Avviso pubblico per l’individuazione dei soggetti privati autorizzati all’attuazione dei servizi di ricollocazione nell’ambito del progetto finanziato dal fondo politiche attive del lavoro – scadenza 30 settembre 2016

La Regione Marche con decreto n 217/SIM del 22/06/2016 ha approvato l’Avviso per l’individuazione di soggetti attuatori privati nell’ambito del Piano Esecutivo Regionale Marche relativo al Progetto finanziato dal Fondo Politiche Attive del lavoro – annualità 2014 come dall’allegato A del decreto sopra citato.

L’Avviso pubblico  è finalizzato alla sperimentazione del contratto di ricollazione verso un target specifico di n 1600 disoccupati ai sensi di legge (rif. art. 19 del Decreto Legislativo 150/2015) compresi i disoccupati percettori di ammortizzatori sociali, anche in regime di deroga, provenienti da aziende operanti nel settore manifatturiero, ed in particolare nel legno – mobile. Il Fondo per le Politiche Attive del Lavoro ha il compito di favorire il reinserimento lavorativo dei fruitori di ammortizzatori sociali e dei lavoratori in stato di disoccupazione involontaria attraverso il potenziamento delle politiche attive del lavoro, anche attraverso la sperimentazione del contratto di ricollocazione.

Obiettivi dell’intervento:

-riduzione del numero di disoccupati e sostegno alle persone a rischio di disoccupazione, in quanto fruitori di ammortizzatori sociali anche in regime di deroga, anticipando anche le opportunità di occupazione di lungo termine;

-aumento delle opportunità di reinserimento lavorativo per i beneficiari del progetto, anche favorendo iniziative di lavoro autonomo;

-miglioramento dell’efficacia e della qualità delle misure di politica attiva;

-riqualificazione del capitale umano dei soggetti disoccupati ai sensi di legge compresi i disoccupati percettori di ammortizzatori sociali, anche in regime di deroga, provenienti da aziende operanti nel settore manifatturiero, ed in particolare nel legno-mobile, con il supporto di un sistema integrato di servizi;

-sostegno a programmi formativi specifici, anche sperimentali ed innovativi, per l’aggiornamento e specializzazione nonchè il potenziamento delle competenze aumentando le prospettive di reimpiego dei soggetti coinvolti;

– creazione di nuove imprese e il rilevamento  di imprese da parte dei lavoratori.

DDPF 217_2016.rtf 

ALLEGATO A1

ALLEGATO A2

ALLEGATO A3
Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.