Contributi regionali per l’ “Insediamento di giovani agricoltori” e “Pacchetto giovani”

Contributi regionali per l’ “Insediamento di giovani agricoltori” e “Pacchetto giovani”

Agricoltori giovaniObiettivo

Miglioramento della competitività delle imprese agricole marchigiane, favorendo il ricambio generazionale con aiuti diretti all’insediamento di giovani agricoltori e con la predisposizione di un “pacchetto giovani” da garantire ai nuovi imprenditori.

Soggetti richiedenti

Il richiedente del premio di primo insediamento è il giovane agricoltore che al momento della presentazione della domanda:
A. ha età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non ancora compiuti;
B. possiede conoscenze e competenze professionali adeguate e comprovate da almeno una delle seguenti condizioni:

  • possesso di un diploma di laurea o di scuola media superiore ad indirizzo agrario o diploma assimilabile o un titolo conseguito presso istituti professionali di Stato per l’agricoltura o ad essi parificati;
  • possesso di un’esperienza almeno biennale come lavoratore agricolo (esperienza attestata dai versamenti dei contributi agricoli) accompagnata da attività formativa professionale della durata complessiva di almeno 100 ore, con verifica finale. Il corso di formazione deve essere riconosciuto dall’ A.d.G. e finalizzato al miglioramento delle conoscenze e delle competenze specifiche per quanto riguarda la gestione di un’impresa agricola, l’utilizzo di strumenti di analisi di gestione aziendale e delle tecnologie di informazione e comunicazione (TIC), le pratiche agricole rispettose dell’ambiente, il corretto uso dei fertilizzanti e dei prodotti per la protezione delle piante e l’applicazione delle norme obbligatorie in agricoltura;

Qualora il giovane agricoltore, al momento della presentazione della domanda, non possiede l’adeguata competenza e la conoscenza professionale, è concesso un periodo non superiore a 20 mesi, a decorrere dalla data di adozione della decisione individuale di concedere il premio, per acquisirla tramite le azioni di formazione e consulenza previste e descritte nel piano aziendale per lo sviluppo dell’attività agricola di cui al presente paragrafo, lettera C, a condizione che tale esigenza sia documentata nel piano aziendale stesso.
In questo caso, per accedere alla liquidazione del premio il richiedente deve stipulare una polizza fideiussoria bancaria o assicurativa;
C.presenta un piano aziendale per lo sviluppo dell’attività agricola (business plan).
Il piano aziendale per lo sviluppo dell’attività agricola è oggetto di valutazione secondo i parametri indicati nel successivo paragrafo 7 e concorre a definire la posizione in graduatoria della domanda di premio;
D.conduce, per la prima volta, in qualità di titolare/legale rappresentante una:
D.1 impresa individuale
D.2 società agricola
D3. società cooperativa di conduzione
E. si impegna al proseguimento dell’attività agricola in qualità di capo azienda per almeno 5 anni dalla decisione individuale di concessione del sostegno.

Scadenza: ore 13,00 del 30 ottobre 2013

[button link=”http://www.mircocarloni.it/wp-content/uploads/2013/10/agricoltura-bando-giovani-agricoltori.rtf” size=”medium”]Bando integrale[/button]

Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.