Pesaro: concorso per Maestre di Scuola – scadenza 8 luglio 2015

Pesaro: concorso per Maestre di Scuola – scadenza 8 luglio 2015

images[3]Aperta una selezione pubblica, per titoli ed esami, per il reclutamento di personale in vista di eventuali assunzioni nella Scuola al Comune di Pesaro.

E’ stato indetto un concorso per Insegnanti, per la copertura di posti di lavoro per Maestri e Maestre di Scuola Materna. Per partecipare al bando pubblico c’è tempo fino al giorno 8 luglio 2015.

PESARO CONCORSO

Il Comune di Pesaro ha pubblicato, infatti, sulla GU 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.44 del 12 – 6 – 2015, un bando di selezione finalizzato alla formazione di una graduatoria per l’eventuale copertura di posti di lavoro nella Scuola Materna, nel profilo professionale di Maestra, Categoria C, posizione economica C1. Il concorso per Maestre di Scuola, in particolare, mira alla redazione di un elenco che potrà essere utilizzato in vista sia di assunzioni a tempo indeterminato che di inserimenti a tempo determinato, con retribuzione di oltre 20Mila Euro l’anno..

REQUISITI

Possono partecipare al concorso per Insegnanti Scuola Materna i candidati in possesso dei seguenti requisiti generali:
– cittadinanza italiana o straniera, purchè in regola rispetto alle norme citate nel bando e relative al soggiorno degli stranieri in Italia;
– godimento dei diritti civili e politici;
– età non inferiore a 18 anni;
– non essere stati licenziati o destituiti o dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione;
– assenza di condanne penali che impediscano l’accesso al pubblico impiego e di sanzioni interdittive all’esercizio di attività che comportino contatti diretti e regolari con i minori;
– posizione regolare rispetto agli obblighi di leva;
– idoneità fisica;
– titolo di studio abilitante all’insegnamento nelle scuole dell’Infanzia statali secondo la normativa vigente al momento dell’emanazione del bando.

Per ulteriori dettagli si rimanda a quanto indicato nell’avviso di selezione per Docenti.

CONDIZIONI DI LAVORO

La graduatoria istituita sulla base del concorso per Maestre di Scuola potrà essere usata per l’eventuale copertura di posti di lavoro con contratto a tempo indeterminato e determinato. I candidati assunti per lavorare nella scuola riceveranno il seguente trattamento economico, riferito allo stipendio annuale lordo:
– stipendio tabellare iniziale di 19.600,07 Euro;
– tredicesima mensilità pari a 1.633,34 Euro;
– indennità di comparto di 549,60 Euro;
– indennità per il personale insegnante di 1.838,59 Euro;
– assegno al nucleo familiare ed ulteriori emolumenti, se dovuti.

SELEZIONI

L’iter di selezione per i posti di lavoro per Maestre di Scuola prevede l’espletamento delle seguenti prove d’esame:
– preselezione, mediante la somministrazione di due prove scritte, consistenti in test a risposta multipla per verificare il possesso dei requisiti psico attitudinali e delle conoscenze tecnico professionali;
– colloquio, al quale saranno ammessi i primi 120 concorrenti classificatisi nella preselezione, che verterà su materie e argomenti dettagliatamente indicati nel bando per Maestre.

DOMANDA

Le domande di partecipazione, redatte in carta libera secondo l’apposito MODELLO (Doc 43Kb) e complete degli allegati richiesti dal bando, devono essere presentate, entro l’8 luglio 2015 (secondo quanto indicato nell’avviso di rettifica allegato al bando, che proroga la scadenza utile per l’invio delle istanze, precedentemente fissata al 30 giugno), in una delle seguenti modalità:
– consegnata direttamente o spedita a mezzo raccomandata a.r. al Comune di Pesaro – P.zza del Popolo n. 1 – 61121 Pesaro;
– inviata tramite PEC all’indirizzo di posta elettronica certificata Comune.pesaro@emarche.it.

[button link=”http://www.mircocarloni.it/wp-content/uploads/2015/06/Concorso-Pesaro_maestre_bando.pdf” size=”medium”]BANDO[/button] [button link=”http://www.mircocarloni.it/wp-content/uploads/2015/06/Concorso-Pesaro_maestre_rettifica-titoli-studio.pdf” size=”medium”]BANDO[/button]
Next Post:
Previous Post:
This article was written by

Consigliere Regionale, Assemblea Legislativa delle Marche.